venerdì 22 ottobre 2010

∞ Tris di vegan cupcake: fondente, cappuccino, mokaccino.

Cupcake Vegan cioccolato fondente, capuccino, mokaccino. The Walrus

Arieccomi: continuiamo con le ricette in arretrato con questi buonissimi cupcake vegani.  Che sono usciti belli (si può sempre migliorare, lo so), ma soprattutto buoni... slurp! Secondo me sono ideali per una merenda, un fine pasto o anche una pausa caffé mattiniera smorza fame e sonno (vista la caffeina) particolarmente goduriosa. Peccato siano finiti così velocemente. 

 In testa comunque ho altre idee per questi fantastici e allegri dolcetti e spero di avere un po' di tempo nel weekend per metterle in pratica.. solo che ormai il weekend è diventato una serie di impegni uno dietro l'altro e sto davvero facendo fatica a fare tutto. Se non altro domenica seguirò un interessantissimo seminario sull'alimentazione organizzato da Proben e dal mio Gas... non vedo l'ora, sono proprio curiosa. Insieme a queste belle cose diciamo che è un periodo di transizione il mio. Ho mille idee in testa e sto cercando diverse strade per esplorarle, vediamo che succederà, se non crollo prima, nel frattempo mi sto divertendo a fare mille cose e a conoscere gente nuova. Poi chissà...

Ma torniamo alle nostre ricette. La ricetta di questi gustosissimi cupcake è tratta dal libro Vegan Cupcake Take Over the World e scopiazzata dal post su Veganblog della mitica Maysa (ma a breve l'agognato libricino sarà presto tra le mie manine avide di ricette dolci da assaggiare). Io come al solito ho fatto qualche modifica all'originale perché, ad esempio, non amo il caffé solubile che mi sa di chimico e quindi l'ho sostituito con il caffé classico. 

Ingredienti (12 cupcake)
- 1/3 cup di olio di semi di girasole bio spremuto a freddo
- 1/2 cup di yogurt di soia
- 2/3 cup di latte di soia
- 1/2 bacca di vaniglia
- 3/4 cup di zucchero di canna
- 1 tazza di caffé lungo 
- 1 cup e 1/4 di farina 00
- 1 cucchiaio colmo di cacao amaro in polvere
- 1 cucchiaino di baking powder
- 1/4 di cucchiaino di bicarbonato
- 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
- 1/2 cucchiaino di sale

Scaldiamo il latte in pentolino con la bacca di vaniglia. Lasciamo in infusione 15 minuti circa, poi togliamo la bacca di vaniglia e facciamo raffreddare bene.
In una terrina mescoliamo bene gli ingredienti liquidi fra loro (latte, olio, yogurt e caffé) mescolando bene in modo da avere un composto omogeneo. Aggiungiamo poi nell'ordine lo zucchero, il sale, la farina setacciata, il cacao, la cannella e, infine, la baking powder e il bicarbonato.
Mettiamo i pirottini di carta nella teglia da muffin, se l'abbiamo, (appoggiandola prima su una teglia da forno  altrimenti poi se è una di quelle in silicone è un casino metterla in forno... io preciso tutte queste cose perché sono maldestra e, prontamente, me ne dimentico e poi son lì che cerco di trasferire la teglia in silicone nel forno muovendomi peggio di una contorsionista) oppure usiamo dei pirottini di alluminio usa e getta inserendo all'interno i pirottini di carta e appoggiamoli sulla teglia da forno, soluzione comoda ed economica anche perché i pirotttini di alluminio poi non venendo a contatto con l'impasto si possono riutilizzare. 
Accendiamo il forno a 180°C e nel frattempo rempiamo i contenitori per circa 3/4 con l’impasto. Mettiamo la teglia in forno per 20 minuti a forno già caldo. Una volta cotti (vale la prova stuzzicadenti ) lasciamo raffreddare i cupcake in forno con lo sportello aperto per 5 minuti e poi fuori dal forno. 

Nel frattempo prepariamo le creme per la copertura.

Crema al cappuccino
- 1/2 cup di latte vegetale
- 1 cucchiaino di agar agar in polver
- 4 cucchiaini di fecola di patate
- 180 g di silken tofu
- 1/3 cup di zucchero di canna
- 1 cucchiaio di caffè solubile
- 1 cucchiaino rhum
- un pizzico di sale

Versate 1/3 del latte in un pentolino con l’agar agar e portiamo ad ebbollizione, abbassiamo il fuoco e continuiamo a cuocere per altri 3 minuti circa. Mescoliamo la farina con il latte rimanente e versiamo il tutto nel pentolino con l’agar agar. A questo punto continuiamo a scaldare il latte in modo da farlo addensare.
Frulliamo con movimenti verticali in modo da incorporare dell'aria il tofu con il mixer ad immersione, poi aggiungiamo, continuando a frullare, il caffè, lo zucchero, il sale e il composto di latte e  la fecola fino ad avere una crema, poi aggiungiamo il rhum e mettiamo in frigorifero in modo che l'agar agar raffreddandosi faccia addensare il composto. 
Per quanto riguarda il silken tofu, si tratta di una varietà di tofu morbido in cui si usa un canovaccio di seta nella fase di filtratura dei fiocchi di tofu e non un canovaccio con le maglie più spesse che dà origine invece al firm tofu che è più comune. Dato che il silken tofu non si trova frequentemente (io l'ho trovato da Kathai a Milano) o ci si produce il silken tofu da soli, oppure si può usare della ricotta vegana preparata precedentemente o ancora si frulla del tofu comune in panetto, insieme a un po' di latte, dopo averlo fatto sbollentare in una pentola con dell'acqua,  in modo da ottenere una sorta di tofu cremoso.

Ganache al cioccolato fondente
- 1/4 di latte di soia
- 110 g di cioccolato fondente spezzettato
- 2 cucchiai di malto di riso o sciroppo d’acero o simili (io ho usato del caramello, ma presto mi attrezzerò con il malto di riso)

Facciamo bollire il latte di soia, poi aggiungiamo cioccolato e caramello. Mescoliamo finchè la crema non è liscia e poi facciamola raffreddare a tempereatura ambiente.

Crema al mokaccino
Questa è una mia invenzione... dovuta al fatto che la ganache era spettacolare ma un po' amara e che la crema al cappuccino era tantissima per cui mi sono detta... perché non le mischiamo e pastrocchiamo un po'? Otteniamo dunque la nostra crema al mokaccino semplicemente mescolando le due creme precedenti. Posso dire che se la crema al cappuccino è spettacolare, anche questa qui regge il confronto!

Ora passiamo alla decorazione: prendiamo i cupcake (completamente raffreddati), buchiamoli al centro con un dito o con il bocchettone della sac à poche, creando dello spazio per introdurre della crema e facendo attenzione a non andare troppo in fondo, altrimenti poi la crema esce da sotto, come quando da piccoli si mangiava la punta al cioccolato del cornetto... ah quanti ricordi! A questo punto riempiamo una tasca da pasticcere con la crema al caffè, ripieghiamo i bordi della tasca e farciamo i cupcakes abbondantemente, eliminando la crema eccedente in superficie. Io sinceramente ho usato un cucchiaino perché mi sembrava che il tutto uscisse meglio e che riuscissi a inserire più crema: fate vobis.
A questo punto decoriamo i cupcake con le varie creme preparate prima..  usando la sac à poche o un cucchiaio, dipende dal risultato che vogliamo ottenere, ma diamo via libera all'immaginazione e all'estro, possiamo ricoprire la crema al cappuccino con del cacao amaro oppure con dei pezzetti di cioccolato fondente (come ho fatto io), o degli zuccherini. Vi posso assicurare che questi cupcake sono spettacolari e che soddisferanno anche gli occhi e i palati degli onnivori incalliti.

Buona dolce pausa caffè!

7 commenti:

Francesca ha detto...

triplo wowwwwwwwwwww...io quel libro ce l'ho e devo dire che è davvero bello!

The Walrus ha detto...

ti dico solo che dopo aver provato queste delizie lo sto aspettando salivando... .-)

Cuocopersonale ha detto...

Complimentissimi...
Mi aggiungo ai tuoi sostenitori..se ti piace il mio blog e ti va aggiungiti pure tu..
Matteo

The Walrus ha detto...

Grazie dei complimenti, ma tu sei un signor cuoco però, non è valido! Grazie mille!

Lucia ha detto...

Che bel blogghino! Mi sono aggiunta anch'io tra i tuoi sostenitori e ti seguirò con grande piacere. A presto! :-)

tippitappi ha detto...

MMMM ... che bella cera questi muffin! brava :-)

The Walrus ha detto...

grazie Lucia! e grazie Jenni.. presto altri cupcake vegani alla riscossa...